West Sicily Holiday

Il castello di Venere a Erice

Intorno al XII secolo a.C. sulla vetta del monte, giunsero i Sicani, un popolo indigeno, che li , elevarono una piccola ara all'aperto, dedicata ad una divinità femminile, considerata dea dell'amore, della fecondità e protettrice dei naviganti.

Successivamente anche altri popoli mantennero il culto della dea, così pellegrini da ogni parte giungevano per renderle omaggio.

Erice subì diverse dominazioni, con la caduta dell'impero romano il santuario fu abbandonato, rinacque grazie agli Altavilla, che conquistano la cittadina portandola al suo antico splendore.

I normanni fecero di tutto per cancellare ogni rito pagano di quel santuario, al punto di distruggerlo e ricostruendone uno nuovo sopra di esso.

Fino al XVI secolo la struttura fu presidio militare spagnolo. Il passaggio nelle mani del Comune avvenne con la riforma borbonica (1818-1819), ma alla fine del secolo, il conte Agostino Pepoli siglò con l'amministrazione della città un accordo: in cambio della concessione effettuò una bonifica dell’area, creò un giardino, restaurò due delle tre torri ormai diroccate, e ricostruì la torre pentagonale andata distrutta nel XV secolo.

Strutture
ISOLA DI FAVIGNANA

Hotel di charme

TRAPANI

Apart-Hotel sul mare

ISOLA DI FAVIGNANA

Ristorante

ISOLA DI FAVIGNANA

Hotel nel cuore dell'isola

TRAPANI

Apart-Hotel in centro storico

SCEGLI LA TUA VACANZA
SCOPRI TUTTE LE NOSTRE STRUTTURE